Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Antonio d'Alì: la necessità della norma quadro

Pubblicato su

Il paesaggio come risorsa, come un bene del quale non si può fare a meno soprattutto in un paese come il nostro. É questo che si evince dalle parole del Ministro per i Beni e le attività culturali, Lorenzo Ornaghi, e del Senatore Antonio d’Alì, presidente della commissione Ambiente.
Scopriamo quali saranno le linee guida del ministero: quota zero per il consumo del suolo in Italia, no ai condoni edilizi e infine proposta di nuovi piani paesaggistici.

Ornaghi è già operativo nella preparazione dei piani previsti dal Codice dei beni culturali e del paesaggio, e ha aggiunto, nel corso di un’audizione, che il dicastero dovrà fissare i principi essenziali in materia di territorio affinché siano riqualificate le periferie e i centri urbani.
L’uso indiscriminato dei terreni, talvolta anche per gli impianti di energia rinnovabile, può creare danni all’unicità del paesaggio, e questo elemento va sempre tenuto in conto.
D’Alì ha richiesto una norma quadro, in accordo col Ministro, da far recepire alle regioni che possono diventare i veri pianificatori delle aree più vaste così da preservare i suoli agricoli e le peculiarità paesaggistiche.

In Commissione Ambiente si stanno esaminando vari disegni di legge per raggiungere questo risultato: negli ultimi anni purtroppo gli investimenti sul mattone hanno aumentato i problemi per quanto concerne i terreni, con una sproporzione a sfavore delle effettive necessità del Paese.
É la cultura della legalità, prosegue Ornaghi, a fare la differenza e solo la sua diffusione può essere d’impulso per una valorizzazione dell’Italia nel rispetto delle sue specificità territoriali, che ne fanno una meta turistica invidiabile.

Senatore Antonio d'Alì

Commenta il post